rareoldprints.com
Home
About
Search

Years
16th Century
1500 1548 1552 1566 1575 1576 1580 1581 1582 1586 1593 1594 1595 1597 1598 1599
17th Century
1600 1602 1606 1607 1610 1611 1613 1614 1615 1616 1617 1622 1623 1624 1625 1626 1627 1628 1633 1635 1636 1637 1638 1639 1640 1641 1642 1644 1646 1647 1648 1649 1650 1651 1652 1654 1655 1657 1659 1660 1661 1662 1663 1664 1667 1668 1671 1672 1673 1675 1676 1677 1680 1681 1682 1684 1685 1686 1687 1688 1689 1690 1693 1694 1695 1697 1698
18th Century
1700 1701 1704 1705 1707 1708 1709 1710 1711 1712 1713 1714 1715 1717 1718 1719 1720 1721 1722 1723 1724 1725 1726 1727 1728 1729 1730 1731 1732 1733 1734 1735 1736 1737 1738 1739 1740 1741 1742 1743 1744 1745 1746 1747 1748 1749 1750 1751 1752 1753 1754 1755 1756 1757 1758 1759 1760 1761 1762 1763 1764 1765 1766 1767 1768 1769 1770 1771 1772 1773 1774 1775 1776 1777 1778 1779 1780 1781 1782 1783 1784 1785 1786 1787 1788 1789 1790 1791 1792 1793 1794 1795 1796 1797 1798 1799
19th Century
1800 1801 1802 1803 1804 1805 1806 1807 1808 1809 1810 1811 1812 1813 1814 1815 1816 1817 1818 1819 1820 1821 1822 1823 1824 1825 1826 1827 1828 1829 1830 1831 1832 1833 1834 1835 1836 1837 1838 1839 1840 1841 1842 1843 1844 1845 1846 1847 1848 1849 1850 1851 1852 1853 1854 1855 1856 1857 1858 1859 1860 1861 1862 1863 1864 1865 1866 1867 1868 1869 1870 1871 1872 1873 1874 1875 1876 1877 1878 1879 1880 1881 1882 1883 1884 1885 1886 1887 1888 1889 1890 1891 1892 1893 1894 1895 1896 1897 1898 1899
20th Century
1900 1901 1902 1903 1904 1905 1906 1907 1908 1909 1910 1911 1912 1913 1914 1915 1918 1920 1921 1922 1923 1924 1925 1926 1927 1929 1930 1931 1932 1933 1934 1935 1936 1938 1939 1941 1943 1945 1946 1948 1950 1951 1955 1956 1957 1959 1960 1961 1962 1963 1964 1965 1966 1967 1968 1969 1970 1971 1972 1973 1974 1975 1976 1977 1978 1979 1980 1981 1984 1985 1986 1987 1989 1990 1991 1992 1993 1995 1997 1998 1999

The Year 1606

51



Vestigi delle Antichita di Roma Tivoli Pozzuolo et altri luoghi
Ref: P/11195
Medium: Copper
Artist: Sadeler A
Engraver: Sadeler M
Publisher: Sadeler A
Date: 1606

Not for sale
All’ Illustrissimo et Eccellentissimo Signor mio Osservandissimo il Signos Matteo Vvac Khero da Vvackhenfels Aulico di Sua Mae. Caes. Etc.
Ref: P/11196
Medium: Copper
Artist: Sadeler A
Engraver: Sadeler M
Publisher: Sadeler A
Date: 1606

Not for sale
Vestigi d’una parte del Campidoglio che guarda verso il foro Romano che oggi si dice campo vacchino, due di tanti edifice antichi che ui erano non si vede altro che nel segno. A. ch’ era l’architrave, e capitelli d’un portico d’ordine Dorio della curia Calabra. Nel segno B si vede parte del portico del tempio della Concorsia restaurato da Costantino, Nel segno C si vedono tre coloûe d’un portico d’un tempio di bellissima maniera d’Architettura, qual per esservi pochi vestigij non si sa dechi false.
Ref: P/11197
Medium: Copper
Artist: Sadeler A
Engraver: Sadeler M
Publisher: Sadeler A
Date: 1606

Not for sale
Vestigi dell’ arco di Settimo Severo quale fu d’opera composta, et dall’una et l’altra parte vi si veggono scolptiti i simulacri delle sue vittorie, et di sopra ne segno A. vi si legge un titolo in honor suo Nel segno. B. si vede il tempio di Saturno qual fu dalla parte di fuori ornato di stucchi, et di dentro di varie pietre mischie. Vogliono alcuni che in questo tempio fosse l’erario hoggi e dedicato B Sto. Adriano Nel segno. C. e la chiesa di s.ta Martina nella quale si vede un tempio molto ruinato qualefu il tempio di Marte come ivi si vede in certi marmi scolpite diverse insegne militari, tutti si sopradetti luochi terminanano il foro Romano.
Ref: P/11198
Medium: Copper
Artist: Sadeler A
Engraver: Sadeler M
Publisher: Sadeler A
Date: 1606

Not for sale
Vestigi del Tempio di Faustina, qual gli su drizzato da Antonio Pio suo marito sul foro Romano et via Sacra, dove se ne vedono gran colonne d’opera Corinthia del portico chev’era Dimostra questo edificio esserstato molto adonato di dentro et di fuori di diversi marmi hoggi in parte delle sue rouine e la chiesa di santo Lorenzo in Miranda Nel segno. A. si vede il tempio di Romolo et Remo, altri vogliono che fusse di Urbis Roma fu questo tempio ornato di varie pietre mistie, et ancor hoggi di sene veggono in opera, dietro al detto tempio fu tronato cavarssdosi iui aö tempo di Pio IIII diverse lastre di marmo su le quali era perfilato la pianta di Roma, e detto Sti. Cosmo, Damiano.
Ref: P/11199
Medium: Copper
Artist: Sadeler A
Engraver: Sadeler M
Publisher: Sadeler A
Date: 1606

Not for sale
Vestigi del Tempio della pace edificato da Vespasiano Imperatore qual secondo gli autori, et vestigii che si vedono fu uno di maggiori di piu belli et rechi Tempii di Roma perche iui furono riposte tutte le richezze et ornamenti del Tempio di Salomone, che recho Titto nel suo triompho on Roma, ora in questo Tempio si vede nelle volte bellissmi partimenti di stucco uise vede anco una colonna di marmoro in opera d’ordine corintio con li sui menbri la maggiore de gli altri che si vedi in Roma.
Ref: P/11200
Medium: Copper
Artist: Sadeler A
Engraver: Sadeler M
Publisher: Sadeler A
Date: 1606

Not for sale
Vestigi del for di Nerva Imperatore, qual fu anco chiamato transitorio per esser in mezo a gli altri fori da quel di Cesre. si passave in quello d’Agosto et nel Romano, fu questo edifitio fatto con molta bella Architetura, ornato di belissie colonne et statue d’homini Illustri, oggdi non si vede, vestigij di foro in Roma piu intiereo di esso, questi simili edificii servinano per negotiatori de lilli over di merchanti et ancon per piazze da vendere diverse cose per servitio della uita humana.
Ref: P/11201
Medium: Copper
Artist: Sadeler A
Engraver: Sadeler M
Publisher: Sadeler A
Date: 1606

Not for sale
Parte del monte Palatino verso il foro Romano al segno A. era il Tempio di giove statore Opera d’architetura della piu rara che si vede oggi in Roma. Al segno. B. fu la Casa de Cicerone essendo abrusiata detta Casa ui fu edificato il Tempio della Liberta il segno. C. era una Curia, Oggidi tuita questa piazza si chiamo Campo Vaccino per esser dove si vende detto bestiame il Lago Curtio era sopra detta piazza cioe Tra il Capitolio el Palatino et arivana, per fino al segno. D.
Ref: P/11202
Medium: Copper
Artist: Sadeler A
Engraver: Sadeler M
Publisher: Sadeler A
Date: 1606

Not for sale
Vestigii et parte del monte Platino verso mezzogiorno che risguarda il circo massimo et monte Aventino F. ne dismostra il Theatro Palatino. G. la casa de Tiberio. H. conserve d Acqua le litere segnate B C D E sono dichiarate ne saltro disegno et servono anco a questo.
Ref: P/11203
Medium: Copper
Artist: Sadeler A
Engraver: Sadeler M
Publisher: Sadeler A
Date: 1606

Not for sale
Vestgij et parte del monte Palatino, dalla parte verso mezzogiorno che risguarda il circo Massimo et l’Aventino. A. ne dismostra part della casa d’Augusto. B. lestremita del muro della longheszza del Atrio d’Augusto. C. li Magazini over botteghe di mercanti D. la via nova dove principiana la via Appia. E le rovine sopra sequali erano posti li grdi del circo Massimo, ogidi il vulgo chiamo questo loco Palazzo maiore.
Ref: P/11204
Medium: Copper
Artist: Sadeler A
Engraver: Sadeler M
Publisher: Sadeler A
Date: 1606

Not for sale
A. Parte dell’occidua facciata del monte Palatino et delle ruoine che vi restano di quei augustissimi edificii, quali quantunque da diversi Imperatori in diversi tempi et quasi man’ a mano construtti pur hoggidi sotto un solo nome di Palazzo maggiore soi comprendono. B. Arco di Constatino eretto da esso Constantnio doppo la vittiria hanuta, contro Massentio presso il ponte Milvio. C. Amphiteatro volgarmente colosseo opera di Vespasiano, ma dedicato da Tito suo figliuolo
Ref: P/11205
Medium: Copper
Artist: Sadeler A
Engraver: Sadeler M
Publisher: Sadeler A
Date: 1606

Not for sale
Vestgij et parte del monte Palatino della parte verso levante che risguarda il Coelio. A. ve dimostra parte della casa d’Augusto. B. uno Nichio grande che era in mezzo del’Atrio o vero cortile Palatino. C. il loco dove erano le scale per montare in detta casa o vero Palazzo nel quale non molti giorni sons si cavorono bellissimi fragmenti di marmor che ornanano la facciata di detta scala. D. un pezzo d’Aquadoto per il quale veniva l’aqua Claudia per servitio detto Palazzo et di tutto il monte.
Ref: P/11206
Medium: Copper
Artist: Sadeler A
Engraver: Sadeler M
Publisher: Sadeler A
Date: 1606

Not for sale
Vestgij del Circo Massimo che fu cosi cognominato dalla sua grandezza perche era maggiore degl’altri che fossero in Roma, et non fu per altro ordinato detto circo che per celebrarvi varie maniere di giuochi et di caccie. Vi si vede anchor oggidi verstigii di tutto il sitto dove erano: li gradi da siedere il populo a vedere detti giochi come ne dimostra il segno. A nel segno. B. furono le carcere del Circo. C. vie sotto terra uno obelisco rotto ch’era in mezo al sopra detto circo. D. e’parte de laqua Crabra che serve oggidi ad innaquare il giardino che vi e’E. e’il monte Aventino. F. il monte palatino.
Ref: P/11207
Medium: Copper
Artist: Sadeler A
Engraver: Sadeler M
Publisher: Sadeler A
Date: 1606

Not for sale
Vestgij del tempio di Jano quadrifrÇte, qual antiam te fu posto nel foro boario. Fu detto edificio fatto con quattro faccie a guisa d’un portico quadro di opera Ionica et ornato con 48. nichi cio e’ 12. p [?] faccia, oggi e’spogliato de suoi ornamenti Vicino a quello al segno. A. si vede un arco piccolo di forma quadra ornato di otto pilastri d’opera Corinthia fu dirizziato quest’arco dalli argentieri et mercanti di detto foro boario in honore di Settimio Marco Aurelio Imperatori. Vedesi ancor nel segno. B. un condotto d’aqua antico che fu ritrovato sotto terra, dove per beneficio publico ivi si sono fatte bellissime fontane con un sanatore et si chiama quella piazza la fontana di santo Giorgio per esser ivi la chiesa di questo Santo.
Ref: P/11208
Medium: Copper
Artist: Sadeler A
Engraver: Sadeler M
Publisher: Sadeler A
Date: 1606

Not for sale
Vestgij del settizonio di Severo Imperatore, che fu un sepolcro che egli si edfiico sopra la strada Appia, non per altra cagione, se non che quelli che veninano di Africa, lo hanessero su gli occhi, questo edifitio facena faccia a mezo giorno, et e. tutto di opera Corinthia, con bellissime colonne di varie pietre mischie, parte striate et parte senza con il loro menbri di marmo. fi chiamato anco settizolio da sette solari che aveva, et si vede nella parte di dietro. Il volgo lo chiama la scola di Virgilio.
Ref: P/11209
Medium: Copper
Artist: Sadeler A
Engraver: Sadeler M
Publisher: Sadeler A
Date: 1606

Not for sale
Vestgij dell’arco di Constantino qual oggi di tutti l’altri e il piu intiero dove si puo conoscere in qual declinatione fusse venuta la scultura per essere detto arco fatto degl’ornamenti dell’arco di Traiano. Nel segno. A. si vede un pezo di muro di mattoni in forma di una meta, quale fu dagl’ antichi detta meta sudans, perche da essane uscina gran copia d’acque per comodo del publico Nel segno . B. si vedeno li vestigii dell’ arco di Tito quale e’di piu bella maniera d’architettura di tutti gl’altri et anco vi si vede sculpito il suo triunfo.
Ref: P/11210
Medium: Copper
Artist: Sadeler A
Engraver: Sadeler M
Publisher: Sadeler A
Date: 1606

Not for sale
Vestigii della parte di fuora dell’Anfiteatro di Tito, qual fu primo edifcato da Vespasiano suo padre, poida lui dedicato, Fu questo edficio di pietra di travertino, e’diforma ovale ornato, con pilastri e’colonne di mezzo rilevo, d’opera dorica Ionica, e’ corinthia, Hoggi si vede gran parte rouinato et si chiama volgarmente il Coliseo, al segno. A. era la Meta sudante cosi chiamata da gli Antichi perche da lei uscina una fontana con gran copia d’acqua
Ref: P/11211
Medium: Copper
Artist: Sadeler A
Engraver: Sadeler M
Publisher: Sadeler A
Date: 1606

Not for sale
Vestigii delle Terme di Antonino Caracalla, dalla parte di fuora, che guarda verso mezzo giorno qualli furono incominciate da questo Imperatore, et Alessandro severo le forni, et orno furono situate alle radici del colle Aventino verso la regione de la Piscina publica et furono grandissime, bellissime, e’ben composte Archtetura, adornate di gran colonne, di varie pietre mischie,
Ref: P/11212
Medium: Copper
Artist: Sadeler A
Engraver: Sadeler M
Publisher: Sadeler A
Date: 1606

Not for sale
di pitura, scultura, stucchi, e’mosaicha, le volte furono murate con pietre pomice per esser piu legiere e dar manco pesa all’edificio oggidi questo luoco e’spogliato, di tutti gli adornamenti sopradetti, et non vi si vede altro che mura di matone, che danno notitia della grandezza e’bellezza di asso il vulgo lo chiamo oggi L’antoniana
Ref: P/11213
Medium: Copper
Artist: Sadeler A
Engraver: Sadeler M
Publisher: Sadeler A
Date: 1606

Not for sale
Vestigij d’una parte di dentro delle terme d’Antonino caracala qual fu adornata di grandissime et belle colonne di granito orientalle con le sue menbri intagliati con bella diligentia et li muri furono incurstati di diverse pietre di mischi et marmori come hoggi sene vede ancho vestigij, et non molto annj sono fu donato da Papa Pio IIII una di dette colonne al gran Duca quale fu da lui mandate in Fiorenza il luoco erano dette colonne si vede a questo segno A.
Ref: P/11214
Medium: Copper
Artist: Sadeler A
Engraver: Sadeler M
Publisher: Sadeler A
Date: 1606

Not for sale
Vestgij delle Terme di Antonino Caracalla, della parte di dentro quale era uno Atriolo, o ver cortille, con un coritore atorno sostenuto di coloûe per poter ivi passiagiare coperto, gli volti sui furono murate con pietre pomice, et lastricate di musaicha, li parieti furono incrostati di diverse pietre mischie, secono che se ne vede anco hoggi verstigij vogliono che a tempo di Papa Paulo III. fussero ritronati in detto cortille belissimi frag ti di statue et animali ch’erano antichamente tutto d’un pezzo, le quali Il Car.le Farnese a fatto drizzare oggidi nel suo Palazzo.
Ref: P/11215
Medium: Copper
Artist: Sadeler A
Engraver: Sadeler M
Publisher: Sadeler A
Date: 1606

Not for sale
Vestigii d’una parte del monte Aventino che guarda verso Ponente et il Tevere, quale per esser molto ruinata non vi si vede altro che muri spezati et rotti, Anchor’che antichamente nella sum[- über m]ita vi fossero bellissimi Tempij et edificij, nel segno. A vogliono che ivi fossero le saline, hoggidi questo luoco si chiama la marmorata percher vi si scariano diverse pietre di mischio et di marmo qualli si trovano al porto d’Ostia, nel segno .B. e’ laltra rippa del fiume dove arivano tutti gli vasselli et marcantie che vengono per la marina in Roma.
Ref: P/11216
Medium: Copper
Artist: Sadeler A
Engraver: Sadeler M
Publisher: Sadeler A
Date: 1606

Not for sale
Vestigij di una Piramide di marmoro, che fu un Sepolcro di .C. Cestio Settenuro de gli’Epuloni, quali Epuloni. furono certi Sacerdoti di Giove, si vede oggidi murata con le mura della Citta presso la porta de San Paolo, sopra la via Hostiense, fu antichamente questa Piramide fuora della Citta, per esser a quel tempo il circuito di Roma, minore di quello che si vede oggidi.
Ref: P/11217
Medium: Copper
Artist: Sadeler A
Engraver: Sadeler M
Publisher: Sadeler A
Date: 1606

Not for sale
Vestigij d’una porta de la Citta, chiamata Antichamente porta Nevia, hora detta Porta maggiore, qualle serutua anco per castello, da ricevere diverse acque, che venivano con aquedotti, intrare in Roma, per detta porta, come se ne vede oggi gli vestigii, questo edifitio e’di pietra di travertino, d’opera corinthia rusticha, lavorata dalla parte di dentro, et di fuora con medesimo lavoro e’inscriptione, da questa porta escono due strade, la Lavicana, e’la Prenestina,
Ref: P/11218
Medium: Copper
Artist: Sadeler A
Engraver: Sadeler M
Publisher: Sadeler A
Date: 1606

Not for sale
Vestgii d’uno Amphiteatro nominato da gli Antichi Castrense, qual e’congiunto con le mura della citta, et dentro il monsterio di s.a Croce in Hierusalem, fu questo edifitio di forma ovale e, fatto tutto di terra cotta adornato di colonne di mezo rilevo, e’pilastri, d’opera Corinthia, dimostra molto Anticho a’ vedere la maniera del lavora fu anco molto picolo, a rispetto degli altri ch’eranno in Roma, oggidi se ne servono gli frati di sa Croce per giardino.
Ref: P/11219
Medium: Copper
Artist: Sadeler A
Engraver: Sadeler M
Publisher: Sadeler A
Date: 1606

Not for sale
Vestgij del castello dell’acqua martia overo Julia, che cosi e’detto il luogho dove si radunavano l’acque delli aquadotti, quali servivano per distribuire detta qacqua in diverse parti della citta, sopra questo edifitio dove e’segnato .A. vi si veggono hoggidi doi trophei di marmoro, quali secondo alcuni autori sono quelli drizzato in honore die Mario per la vittoria che hebbe contro li Cimbri populi, Nella parte segnata .B. e’la strada Tiburtina ch[e] va alla porta dis.to Lorenzo, et nella parte segnata .C. e’la strada Prenestina che va a porta Maggiore.
Ref: P/11220
Medium: Copper
Artist: Sadeler A
Engraver: Sadeler M
Publisher: Sadeler A
Date: 1606

Not for sale
Vestigij delle Therme di Dioclitiano dalla parte di fuori qual riguarda verso Libecchio et Roma; queste furono incominiciate da Massimiano imperatore dopo la morte del qual Dioclitiano le fece finire poi Constantino et Massimiano suoi figlioli, le adornorono di bellissime statue di stucchi di pitture et tanto li pavimenti come le mura di porfidi serpentini et
Ref: P/11221
Medium: Copper
Artist: Sadeler A
Engraver: Sadeler M
Publisher: Sadeler A
Date: 1606

Not for sale
altre sorte di bellissmi marmori et mishi come sino al di d’hoggi se ne vegono segni in dette ruine Queste sono rimaste in buona parte intiere et piu di tutte l’altre che siano in Roma et hoggi di vi si fabrica il monasterio delli monaci della Certosa dedicato da Papa Pio IIII as,ta Maria dell’Angeli.
Ref: P/11222
Medium: Copper
Artist: Sadeler A
Engraver: Sadeler M
Publisher: Sadeler A
Date: 1606

Not for sale
Vestigij delle Terme, di Diocletiano dalla parte di dentro che guarda verso sirocco nelle quali si puol coprendrer p la smisurata altezza et larghezza delle volte la magnificentia et grandezza di detto edifitio nella parte segnata . A. era un Atriolo, overo Cortile con colonne attorno quale sostenevano un corritore per poter passeggiavi sotto, al coperto il pavimento era die diverse pietre di mischio che facevano bellissimi compratimenti lavorati di musaico Nella parte degnata .B. si vede la Pinacotheca overo luago dove erano varij intertenimenti di pitura et scultura adornata di grandissime collone di granito con lelor menbri.
Ref: P/11223
Medium: Copper
Artist: Sadeler A
Engraver: Sadeler M
Publisher: Sadeler A
Date: 1606

Not for sale
Parte del monte Quirinale che guarda verso Ponente dove si vede nel segno .A. gli vestigij di due grandissie scalle, per salire, dal piano nella somita del monte, dove erano diversi edificij, nel segno .B. vi si vede vestigij del Tempio del sole qual secondo alcuni, fu da l’Imperatore Aurelio edificato molto alla grande, si come anco ne dimostranoi suoi fragmenti tra liqualli si sono trovati cavando questi di parechie base di colonne grandisse, doude de luna di esse se n’e fatto il vaso della fontana del popolo, Il volgo chiama questo edificio il frontone di Nerone
Ref: P/11224
Medium: Copper
Artist: Sadeler A
Engraver: Sadeler M
Publisher: Sadeler A
Date: 1606

Not for sale
Vestigij delle Terme di Constanrino nel monte quirinale dalla parte che guarda verso Licecchio qualli per esser molto ruinate non vi si vede adornamenti ma solo grandissime muraglie et standi masimamerite nel giardino del Illmo Car.le de Vercello et dapoi ch io designai questa parte vi si sono fabricate case et granarij di modo che al di doggi non si puol piu vedere per esser occupata di dette fabriche.
Ref: P/11225
Medium: Copper
Artist: Sadeler A
Engraver: Sadeler M
Publisher: Sadeler A
Date: 1606

Not for sale
Disegno della colonna Traiana, che fu da lui drizzata in mezzo al suo foro dove si vede con maravigliosa arte scospita di basso rilevo d’ogni intorni la guerra di Dacia con altri glorigli gesti di questo principe questa colonna e’d’opera Toscana e’ alta CXXIII piedi, vi si monta in cima con CLXXIII gradi, Qui dice Dione, che furono riposte le ossa. di questo Principe, Hora si vede detta colonna sana e’ sensa esser guasta dal fuoco, eccetto un pocho a basso nel piedestale.
Ref: P/11226
Medium: Copper
Artist: Sadeler A
Engraver: Sadeler M
Publisher: Sadeler A
Date: 1606

Not for sale
Disegno della colonna Antonina, che e’ alta CLXXV. piedi, e’hebbe. CCVI gradi, per montarvi sunella cima, questa colonna, fu da M. Antonino philosopho drizzata, m egli la consacro, in honore di Antinino Pio, suo padre adottivo, Hora. e’mezza guasta dal fuoco, al segno .A. non molto de quinci lontano, si vede vestigio di un portico, della basilica di Antonino Pio che fu Antichamente adornato con XLII. collonne, d’ordine corintio, Hoggi non si veggono piu che undici et serve questo luoco per hospitale de gli or fanelli.
Ref: P/11227
Medium: Copper
Artist: Sadeler A
Engraver: Sadeler M
Publisher: Sadeler A
Date: 1606

Not for sale
Vestigij del Panteone, di M. Agrippa, qual fu un Tempio che lui edificio a Giove Ultore, e’l chiamo Panteone, perche il dedico di Giove, a tutti i Dei, Questo edificio fu diforma edificio solo intiero, di quanti Tempii antichi furono in Roma, e’si chiama volgarmente, s.a Maria Rotonda.
Ref: P/11228
Medium: Copper
Artist: Sadeler A
Engraver: Sadeler M
Publisher: Sadeler A
Date: 1606

Not for sale
Vestigij del Mausoleo d’Augusto qual fu un bellisso sepolcro che lui edifico, dove vosse che si sepellisero i suoi descendenti e vi fu esso dopo la morte sepolto, lo chiamo Mausoleop esser fatto come fugia il sepolcro che fu edificato a Mausoleo Redi Caria da Artemisia sua moglie, del quale non si vede altro che un muro di mattoni di forma circolare con dentro certe volte et vicino a quello e un obelsico di granito rotta in piu pezzi per terra et un altro vi e sotto terra quali servivano per ornameto di detto sepolcro oggidi sopra qesto edificio vi e un bellisso giardino che serve alla casa de sigri Soderini.
Ref: P/11229
Medium: Copper
Artist: Sadeler A
Engraver: Sadeler M
Publisher: Sadeler A
Date: 1606

Not for sale
Vestigi del monumento overo mole d’Adriano, la quale fu edificata da Elio Adriano Imperatore, qual fu il primo che vi fosse sepolto, doppo esso tutti gli altri Anonini che a lui successero nella dignita dell Imperio Era questo edificio nel primo piano di forma qua drata di opera Dorica, et sopra di questo giro era un’ edificio tondo altiss come oggi se ne veggono gran vestigi, era intorno ornato con gran colonne etdi sopra di statue et cavalli Hora e’ridotto in forma dicastello et di fortezza da diversi Pontifici et vi si vede ancor il superbiss ponte che detto Elio Adriano edifico per servitio di detta mole oggi chiamano castello et ponte sant’Angelo
Ref: P/11230
Medium: Copper
Artist: Sadeler A
Engraver: Sadeler M
Publisher: Sadeler A
Date: 1606

Not for sale
Vestigij del Theatro che fu edficato da Augusto in nome di Marcello suo nipote, quale fu di bellissa maniera d’architetura, secondo li vestigij che vi si vedono, parte intierie, e parte consumati dal fuoco, et dal tempo fu questo Theatro grande e spatiose dentro di quello potevano stare a vedere i giochi, che ivi si facevano LXXX milia persone. sopra le sue rouine e’edificato il palazzo de Signori Savelli, e oggidi si chiama volgarmente quella contrada piazza montanara.
Ref: P/11231
Medium: Copper
Artist: Sadeler A
Engraver: Sadeler M
Publisher: Sadeler A
Date: 1606

Not for sale
Vestigij della Isola di s.to Bartholomeo, gia Anaticamente detta L’isola di Giove Licaonio, o’ver di Esculapio, perhaverci quelli die i loro Tempij, fu fatta detta Isola in forma d’una nave o’galera come se ne vedeno ancho oggidi vestigij quali si mostrano per l’infraseritti segni .A. era la platea dove era sopra fabricata detta nave .B. la parte de la poppa di essa. .C. il ponte Fabritio, hoggi detto de quatr cappi, .D. il ponte Cestio, hora il chiamono di s.to Bartholomeo per esser la chiesa di questo santo posta in detta isola
Ref: P/11232
Medium: Copper
Artist: Sadeler A
Engraver: Sadeler M
Publisher: Sadeler A
Date: 1606

Not for sale
Vestitgij del circo di Caracalla vicino alla via Appia et chiesa di S. Bastiano il quale serviva anticamente a celebrare feste, et altri diversi giuochi la sua lunghezza e’canne 223. La Larghezza 33 1/2 oggidi questo luoco e#un prato al segno .A. era un tempio di marte secondo li vestgij ch’e si vede.
Ref: P/11233
Medium: Copper
Artist: Sadeler A
Engraver: Sadeler M
Publisher: Sadeler A
Date: 1606

Not for sale
A. Ponte Janicolense cosi detto dal colle Janicolo alle cui vvadici ne e vicino chiamavasi anco antichamente ponte d’Aurelio, sia dalla via, o porta Aurelia. fu edificato secondo alcuni da Antonino Pio. distrutto poi per le guere lungo tempo ritenne il nome di ponte rotto. insino foss da Papa Sisto.IV. il cui nome hoggidi serva ristorato .B. cupola della chiesa di : Pietro in Vaticano .C. Hospitale di Papa Sisto.V. D. Mollini nel Tevere.
Ref: P/11234
Medium: Copper
Artist: Sadeler A
Engraver: Sadeler M
Publisher: Sadeler A
Date: 1606

Not for sale
Cataratta overo luocho stretto et precipitoso per la caduta del fiume Aniene hora Teverone, il quale passando per mezo le solve scende poi gionto a Tivoli molto strabocchevolmente da gl’alti giuogi di quelle montagne nella soggetta valle ove per un pezzo part nascondendosi parte travagliandosi sotto o tra certi scogli allagando prima la pianura sgombra al fine le sue acque nello Tevere
Ref: P/11235
Medium: Copper
Artist: Sadeler A
Engraver: Sadeler M
Publisher: Sadeler A
Date: 1606

Not for sale
A. Rovine d’un Tempio, et grotta presso Tivoli pero piu abasso cascata del Teverone ove vogliono nei tempi antichi come prima habitasse in questa, cosi poscia in quello fosse colta con honori divini massime essendo ritruovata in fondo di detto fiume la sua statua con un libro in mano, la Sibijlla Tiburtina cognominata Albunea, come nata ad una fonte ivi vicina di quel nome .B. valle per il cui piano a guisa d’un quieto stagno uscendo prima sotto a gran scoglina errando il Teverone insino sbocci nello Tevere
Ref: P/11236
Medium: Copper
Artist: Sadeler A
Engraver: Sadeler M
Publisher: Sadeler A
Date: 1606

Not for sale
A. un tempio rotondo ma rovinatissimo dello quale non saprei dire altro solo ch’etiamdio dalli ruderi di esso si scorge la sontuosita et magnificenza di quella laudatissima antichita. B. Sito di Pozzuolo ove nel mare comminciando dal litosi veggono tredici piloni fatti di mattoni cotti di smisurata grossezza de quali sono sostentati alcuni archi mezzo rovinati, che servivano per principio d’un ponte che si havea le condurre insino a. Baie per ispacio di tre milia et seicento passi.
Ref: P/11237
Medium: Copper
Artist: Sadeler A
Engraver: Sadeler M
Publisher: Sadeler A
Date: 1606

Not for sale
L. occidua facciata d’un Tempio anticho ma come le rouine fanno fede construtto gia molto alla grande con bellissima maniera et ordine di architettura quanto al sito pare sia quel istesso ch’ad Ercole consecio la stolta gentilita sotto l’agnome di Baulo Graeca et constratta da βοαυλιον stalla de buoi havendo egli ivi vicino gionti con un bello argine lungo otto stadij qual poi causo il seno o sia lago lucrino ambo i liti del golfo Baiano per potervi sopra agiatam[Oberstrich]ete condurre i buoi che a Girione havea tolti et quvi di spagma condotti hoggi di il volgo chiama questo luocho la fregana.
Ref: P/11238
Medium: Copper
Artist: Sadeler A
Engraver: Sadeler M
Publisher: Sadeler A
Date: 1606

Not for sale
L. orientale lato del detto Tempio co’l prospetto della rovinata citta die Baie della quale per la gran forza de terremonti altro vestigio non appare che in fondamenti suoi nell’acqua per li quali pero facilemente si puol giudicare che ini gia fossero et molti et superbissimi edifici. Euui un castello ma estrutto dalli ultimi Re di Napoli. vi sono anco certi bagni et luochi cavati artificiosamente nelle rupi tra quali aggiutando ci la coniettura si presume intervengi l’Academia celebre villa di Cicerone.
Ref: P/11239
Medium: Copper
Artist: Sadeler A
Engraver: Sadeler M
Publisher: Sadeler A
Date: 1606

Not for sale
Promontorio, cioe luocho stretto, che con punta procerre nel mare a guisa di lengua o dito d’un huomo et vien da tre lati da esso intorniato. Causa questo promontorio il monte ch’adesso soprasta, onde et questo et quello dal trombeta et compagno prima di Hettore poi di Enea, che vi mori, anzi come racconta Solino vi fu da esso Enea per modo di sacrificio ucciso alli Dei inferri servano ancor’ hoggidi un cognome di Miseno il monte e tutto cavo, e de tanti edifici che gia servivano per conserve de acque dolci con tante colonnate et volte sostenuto che totalmente esser sospeso nell’äere, et potersi propriamente con Virgilio chiamare äereo.
Ref: P/11240
Medium: Copper
Artist: Sadeler A
Engraver: Sadeler M
Publisher: Sadeler A
Date: 1606

Not for sale
A. Villa di Agrippina Julia figliuola di Germanico Caesare et di Agrippina Agosta, a Gn. Domotio prima per volonta di Tiberio poi all’Imperatore Claudio per vezzi et arti proprie maritata. laquale quivi per commandamento di Nerone suoo figliuolo doppo l’essere scampata a nuoto il pericolo della nave solutile, fu da Aniceto liberto con molte ferite ripetendo nientedimeno spesso queste voci. Ventrem feri. parricidialmente uccisa. il volgo chiama queste luocho la sepoltura della Madre di Nerone ma Corn. Tacito conferma che non hebbe per sepoltura etiam doppo la morte di esso Nerone altro che un piccuolo tumulo di aggesta terra. B. Lito overo riva del lago lucrino. C. villa di C. Julio Caesare, Dittatore.
Ref: P/11241
Medium: Copper
Artist: Sadeler A
Engraver: Sadeler M
Publisher: Sadeler A
Date: 1606

Not for sale
Una gran fabrica dal volgo cento camerelle dimandata per il gran numero de picciuole camerette in volta che quivi si veggono co’i suoi usci tanto bassi che a gran pena vi si entra. E. questa fabrica nelle viscere di quel braccio di terra che facendo l’Isthmo gionge il promontorio et monte Miseno alla terra ferma della Campania felice con certa strettezza che per il piu non si continova oltre a cinque miglia, serviva ancor essa per conserva di acqua dolce et si presume sia qualche parte di quella famosissima villa di Lucio Lucullo, nella quale poi morse Tiberio Imp. carico de LXXIIX. anni.
Ref: P/11242
Medium: Copper
Artist: Sadeler A
Engraver: Sadeler M
Publisher: Sadeler A
Date: 1606

Not for sale
A la solfataria detta da Plinio campi Flegrei da Strabone forã vulcani luocho di marvigliosa natura tutto solato di solfo et intorniato de alti colli eccetto dal lato .B. ove si entra verso Pozzuolo. C. fossa volgarmente detta galoza piena d’acqua nera et spessa, che di continono bolli si che aggiatamente vi si cuoce qual si voglia cosa. D. dalle pietre et terra di questi monti se ne fa gran quantita di solfo. E. de queste et queta alcune. F. officine da stillare il solfo biancho.
Ref: P/11243
Medium: Copper
Artist: Sadeler A
Engraver: Sadeler M
Publisher: Sadeler A
Date: 1606

Not for sale
Vestigi d’antichita presso a Barlarit villagio celebre dell’isola Suijdbevelant nel Contado di Selanda. B. monticelli di terra adgesti per mano et industria d’huomini nelle cime de quali si salvano gl’armenti sopra gionti di qualche inopina alluviaone per argini rotti, ad’accessione straordinaria della marina allagandosi facilmente per la sua bassezza tutto quel paese.
Ref: P/11244
Medium: Copper
Artist: Sadeler A
Engraver: Sadeler M
Publisher: Sadeler A
Date: 1606

Not for sale
Ruderi del castello Vissehrad quale da Libussa figliuola minore di crocco secondo Principe della Bohemia, sopra ad una rupe precipitosa et imminente alla destra ripa del fiume Multavia che quivi apunto commincia. bagnare le sponde et. lito della Nova citta di Praga, estrutto, et di mura quadre cinto per alquanti secoli servi per sedia de seguenti Principi et Re di essa Bohemia, sino che da Carlo IV fosse edificata la Real corte et poi da Vladislao munito il colle di Santo Vinculao ove hoggidi perpetua. Fu questo castello nel 1420 da Ziscone et suoi adherenti totalmente rovinato onde adesso non serve ad altro ch’a giardini.
Ref: P/11245
Medium: Copper
Artist: Sadeler A
Engraver: Sadeler M
Publisher: Sadeler A
Date: 1606

Not for sale


.
.